Gli strani movimenti immobiliari di INPS

Qualche giorno fa ho presentato una Interrogazione in Commissione per far chiarezza su una notizia apparsa sulla stampa inerente una “strana vendita immobiliare” effettuata da INPS e dal suo Presidente “MultiPoltronato” Antonio Mastrapasqua.

Alla luce di questi fatti e soprattutto dopo la relazione della Corte dei Conti che invita a “evitare eccessive concentrazioni di potere” e di “promuovere la massima trasparenza delle decisioni assunte” da parte del Presidente Mastrapasqua, non ritengono i Ministri e i colleghi Parlamentari che sia arrivato il momento di metter FINE a questo “gioco delle poltrone”?

Non ritengono che sia il momento di far chiarezza su quello che sta accadendo?

Ma soprattutto, non crede il nostro amico Mastrapasqua che sia il momento di lasciare lo “scettro del potere” a persone che possano dedicare tempo ed energie alla sola gestione dell’Istituto per il bene di tutti i Lavoratori e non solo per il bene dei soliti noti imprenditori immobiliari?

Vediamo se i Ministri competenti faranno chiarezza su questa vicenda.

Il testo dell’Interrogazione:
Interrogazione a risposta in commissione 5-01666
Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, al Ministro dell’economia e delle finanze.

— Per sapere – premesso che:

come emerge da un articolo a firma di Marco Palombi, pubblicato su «Il Fatto Quotidiano», in data 4 dicembre 2013, il Presidente INPS Antonio Mastrapasqua sta tentando di far approvare all’istituto che dirige, un affare immobiliare molto costoso e dal dubbio vantaggio economico;
dal suddetto articolo emerge della trattativa – definita con un accordo quadro lo scorso 31 luglio – che intercorre tra il Mastrapasqua e il costruttore Luca Parnasi e la sua «Parsitalia»;