Il (terzo) rilancio del Mezzogiorno

Ci risiamo. Terza mozione sul rilancio del Mezzogiorno nell’arco di 14 mesi. Terza volta che questo Governo prende in giro quella parte d’Italia sfiancata dalla disoccupazione, dal lavoro nero, dalla mafia, dai disservizi e dalle politiche clientelari. Ma anche quella parte d’Italia fatta da giovani all’avanguardia nelle idee innovative, ricca di paesaggi spettacolari, gente meravigliosa e tanta voglia di riscattarsi.
Però la politica deve fare la propria parte, meno marchette, meno annunci, altrimenti il 2016 sarà l’ottavo anno consecutivo con un saldo negativo.

Mozione per il rilancio del Mezzogiorno

E’ iniziata in Aula la discussione sulla Mozione per il rilancio economico e occupazionale del Mezzogiorno.

Il Movimento 5 Stelle ha depositato il testo della Mozione illustrando le maggiori criticità che hanno comportato la costituzione di una “Italia a due velocità”.

TESTO COMPLETO MOZIONE

Ogni iniziativa di carattere pubblico adottata nella storia repubblicana in favore del Sud va regolarmente a patire gli effetti della corruzione e dello sperpero.

Il Sud ha fruito, infatti, dapprima dei fondi della Cassa per il Mezzogiorno, durata dal 1950 al 1992, la quale dal 1957 in avanti erogò contributi a fondo perduto e crediti agevolati. Nel primo ventennio circa di attività la Cassa per il Mezzogiorno sembrò funzionare, ma la qualità del suo servizio andò progressivamente declinando mano a mano che i partiti invadevano e inquinavano la vita pubblica. La Cassa per il Mezzogiorno tramontò malinconicamente, abbandonata agli scandali e rappresentò uno dei più gravi esempi di corruzione e di interrelazione fra affari, politica e malavita nel Sud.

Altro esempio su tutti è quello legato al capitolo di spesa privilegiato dalla riprogrammazione dei programmi della convergenza, ossia dell’ Agenda digitale europea: 1.140 milioni di euro destinati agli investimenti nel Sud per la banda ultralarga, 118,9 milioni di euro per la banda larga fino a 2 mega, 320 milioni di euro per i data center.