Il 5 Luglio 2014 per il traffico aereo nazionale è stata una giornata molto delicata.

Apparentemente ha funzionato tutto a dovere o almeno non ci sono stati incidenti o altre criticità di rilievo.

Ma una domanda sorge spontanea: il 5 Luglio 2014 chi ha controllato il traffico aereo?

Traffico aereo ENAV

La mia domanda nasce dal fatto che in data 5 luglio 2014, è stato attuato, con notevole adesione, uno sciopero proclamato dal personale «FATA», a cui hanno aderito anche molti lavoratori non iscritti al sindacato medesimo.

Dovete sapere che il sistema di sicurezza e controllo degli aeromobili abbisogna della presenza ai posti di controllo, di personale munito dei previsti requisiti di idoneità psicofisica e di competenza operativa in corso di validità…

Così, ho deciso di chiedere al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, attraverso una interrogazione parlamentare, se:

“sia a conoscenza di quali misure organizzative siano state poste in essere da ENAV nel corso della giornata del 5 luglio 2014 al fine di garantire il servizio operativo e di sicurezza considerato che l’alta adesione allo sciopero avrebbe dovuto rendere, ad avviso dell’interrogante, pressoché impossibile il citato servizio”

Chissà se il Ministro ci vorrà degnare di una risposta, magari coinvolgendo l’ENAV, che potrà così’ fornire tutti i dati inerenti la giornata del 5 Luglio e rassicurare tutti i cittadini italiani che quotidianamente volano sui nostri cieli.

Se vuole, invitiamo anche l’attuale amministratore unico di ENAV, Massimo Garbini, a chiarire la situazione pubblicamenete.

Testo completo interrogazione: Interrogazione a risposta scritta 4-05557

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment