Ci risiamo. Terza mozione sul rilancio del Mezzogiorno nell’arco di 14 mesi. Terza volta che questo Governo prende in giro quella parte d’Italia sfiancata dalla disoccupazione, dal lavoro nero, dalla mafia, dai disservizi e dalle politiche clientelari. Ma anche quella parte d’Italia fatta da giovani all’avanguardia nelle idee innovative, ricca di paesaggi spettacolari, gente meravigliosa e tanta voglia di riscattarsi.
Però la politica deve fare la propria parte, meno marchette, meno annunci, altrimenti il 2016 sarà l’ottavo anno consecutivo con un saldo negativo.

Nel 2014 avevamo istituito un tavolo di lavoro con Delrio (all’epoca sottosegretario alla Presidenza del Consiglio), che sembrava avere a cuore la situazione del Sud; dopo qualche incontro non se ne è saputo più nulla, fino a quando Delrio non è stato nominato Ministro dei Trasporti, decretando la morte di quel momento di confronto tra maggioranza ed opposizione. Dopo un po’ Palazzo Chigi sembrava quasi fosse intenzionato ad istituire il Ministero del Mezzogiorno ma la proposta è svanita, anche questa, nel nulla. Se poi vogliamo tener conto che il Ministero per gli Affari Regionali è rimasto senza ministro da quando si è dimessa la Lanzetta allora possiamo renderci conto che il problema del Mezzogiorno non è una priorità per questo Governo. Non c’è più tempo, lo dicevo già lo scorso anno, di anno in anno i dati Svimez ci raccontano di una parte d’Italia sempre più abbandonata a se stessa.

Serve più attenzione. Ecco cosa ho chiesto al Governo…

Mozione approvata in aula il 26 gennaio 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment