In questi giorni al mattino sto vedendo recapitare, presso l’ufficio, delle buste che non avevo mai visto in questi 10 mesi di legislatura.

Incuriosito qualche giorno fa ho aperto la prima e con notevole sorpresa ho capito che era una risposta da parte del Ministero ad una mia interrogazione parlamentare.

Così mi sono precipitato a leggere la risposta e l’interrogazione a cui faceva riferimento…e con immensa delusione mi sono subito reso conto che la risposta non era altro che una supercazzola ministeriale.

Un primo accenno a questo modus operandi lo avevo già avuto qualche giorno fa con una risposta in commissione ad una mia interrogazione su Fondinps.

Qui potete leggere l’interrogazione e la relativa supercazzola in cui mi dicono che: “…il Ministero del lavoro e delle politiche sociali esaminerà con la dovuta attenzione le criticità segnalate dagli onorevoli interroganti…”.

Bhe, grazie mille e mi viene da aggiungere: “E una volta che avete esaminato le criticità pensate anche di rispondermi? Come?”.

Così ho deciso di ri-interrogare il Ministro facendo richiamo a questa illogica risposta ad una interrogazione, depositandone un’ulteriore che potete leggere a questo LINK e con la relativa critica:

” l’interrogante non ravvede il senso logico di rispondere ad una interrogazione con una promessa di «esaminare» la questione e altresì si auspica che la risposta sia esplicitata nel momento dell’interrogazione stessa”.

Tornando allo stupore iniziale delle risposte alle interrogazioni mi chiedo se hanno intenzione di prenderci in giro ancora per molto quelli del Ministero.

Cosa fanno?

1) Scelgono l’interrogazione che può creare meno confusione e su cui poter costruire una supercazzola ad hoc;

2) Dopo aver accuratamente aspettato 8 mesi redigono la supercazzola ministeriale e  la pubblicano, avendo cura di spedire all’interrogante la risposta nella famosa busta.

Voglio proprio vedere quando si degneranno di rispondere a tutte le interrogazioni a risposta scritta e quelle a risposta in commissione che trattano argomenti su cui è complicato rispondere con il particolare strumento della supercazzola.

E se si fossero svegliati e iniziassero a rispondere improvvisamente?

No, direi di no…anche se…sognare non costa nulla…

…in fin dei conti,  con il nuovo Ministro del Lavoro e con la benedizione delle Coop Rosse e Bianche sono certo che le risposte arriveranno quanto prima e potremmo così affrontare tutte le situazioni di denuncia presentate nelle interrogazioni.

Marco svegliati, la realtà è un altra: “Lasciate ogne speranza, voi ch’intrate

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment