Oggi, 2 giugno 2013, nessun parlamentare del MoVimento 5 Stelle ha partecipato alla parata militare tenutasi a Roma nel giorno in cui si festeggia l’anniversario della nascita della Repubblica Italiana, in quanto non è una ricorrenza per la vittoria di una guerra, ma per la vittoria di un referendum, strumento di democrazia popolare.

Ai militari presenti, ai cittadini in uniforme che servono la Patria in ossequio dell’art. 52 della nostra Costituzione, va il nostro rispetto e riconoscimento.

Repubblica Italiana

Proprio 67 anni fa, il 2 e 3 giugno 1946, un referendum istituzionale a suffragio universale ha decretato le sorti della nostra nazione, dopo il tremendo periodo fascista, facendo rinascere l’Italia dalle ceneri della seconda guerra mondiale come Repubblica.

Votarono ben 24.947.187 di italiani, pari all’89% degli aventi diritto al voto. Oggi, purtroppo, raggiungere un risultato simile sarebbe utopico, considerando i dati delle ultime tornate elettorali sempre in ribasso. I voti a favore della Repubblica furono circa 2 milioni in più rispetto a quelli a favore della Monarchia.

Per la prima volta voteranno anche le donne, nonostante i due precedenti tentativi di istituire il suffragio universale da parte del movimento femminista ispirato da Maria Montessori, prima donna a divenire medico in Italia.

Appena un anno e mezzo dopo, il 1° Gennaio 1948, entrerà in vigore la Costituzione Italiana.

Di seguito le parole dei portavoce a 5 stelle che fanno parte della Commissione Difesa alla Camera dei Deputati: “Non partecipiamo alla parata non solo perché è un costo inutile, ma anche perché vogliamo restituire alla Festa della Repubblica il suo contenuto originario, civile, popolare e democratico per cui questa festa è nata”.

 

Buona Festa della Repubblica a tutti!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.